Abbiamo acceso la croce sul Monte Poncione

LOCANDINA

Un progetto di buona collaborazione tra Aziende e Istituzioni a favore degli abitanti del territorio. Il 31-12-2013 a mezzanotte gli occhi erano puntati al monte Poncione per non perdere la prima accensione della sua croce che compie cento anni nel 2014 e svetta sulla cima dal 1954. Capofila del progetto è stata ON che si è fatta interprete del forte legame affettivo che lega la Croce agli abitanti delle valli circostanti, e ha voluto promuovere un progetto che, rendendola sempre visibile, potesse trasmettere una sensazione di protezione per gli anni a venire. La sensibilità e i contributi della Comunità Montana del Piambello, delle Aziende Elmec, Adreani e Cavalca, e i comuni di Cuasso e Valganna sono stati fondamentali per concretizzare l’idea. Aziende private e istituzioni unite in un buon esempio di collaborazione che si è trasformato in un regalo per tutto il territorio.


 

Alle decine di volontari che hanno trasportato i materiali e preparato tutto il necessario all’accensione coordinati dalla Protezione Civile di Cuasso, va un grandissimo ringraziamento.Sono tantissimi i luoghi da cui oggi è visibile: la Valceresio, la Valganna, la Valmarchirolo, la Valtravaglia, la Valcuvia, ma anche Varese e dintorni.

A tutti è stato fatto l’invito di festeggiare l’anno nuovo fermandosi un attimo, un solo attimo per esprimere il proprio desiderio per il 2014 sotto la luce della croce del Poncione. Le persone hanno condiviso questo momento con ON, postando fotografie e messaggi sulla pagina facebook . https://www.facebook.com/AssociazioneON

ON, Adreani, Cavalca, CM Piambello, Comune di Cuasso, Comune di Valganna ed Elmec hanno augurato a tutti Buon Anno! ON ringrazia anche i partner che hanno sostenuto la comunicazione del progetto: Tribù per la creatività, Silvia Colluccelli per le fotografie, Edos per il sito, e il MIV, Varese Calcio e Cimberio Basket per gli spazi pubblicitari.