Laboratorio scuole 2013


 

Prima della partenza del torneo di Spazzatura Kilometrica, ON e Max Laudadio incontrano bambini e ragazzi delle scuole di Cuasso, comune principale del Parco delle Cinque Vette. Si parla di abbandono di spazzatura e di raccolta differenziata. Ecco come.

 

Con gli asili e la prima elementare

Max scrive la favola di Giuseppina, una bottiglietta di plastica dell’acqua, che di notte gioca con altri oggetti della cucina. Quando arriva il momento di essere buttata via, Giuseppina viene messa nel sacco della plastica. E’ l’inizio della sua seconda vita perché viene riciclata in un bellissimo scivolo che troverà la sua destinazione finale proprio nella famiglia dove aveva vissuto da bottiglietta. I suoi amici di gioco la riconoscono nella sua nuova veste di scivolo e organizzano una grande festa per il suo ritorno.
Max invita i bambini a fare dei disegni su Giuseppina che vengono esposti alla serata di premiazione di Spazzatura Kilometrica.

 


 

Con le scuole elementari, dalla seconda alla quinta classe

Si impara a riciclare la carta. La maestra Laura della scuola Rudolf Steiner di Origlio insegna la tecnica a un gruppo di genitori, nonni e amici delle elementari di Cuasso. Ci si ritrova tutti insieme sabato 2 marzo con tutto l’occorrente per provare a realizzare fogli di carta da vecchi giornali. Al termine della mattinata il gruppo è pronto per insegnare ai bambini, classe per classe.
Ecco un riepilogo della loro esperienza:
i ragazzi con le insegnanti hanno messo a macerare in acqua vecchi fogli di giornale spezzettati, per qualche giorno;
con un frullatore ad immersione si è ridotto il tutto in una poltiglia grigia;
attraverso dei setacci, realizzati con legno e reticella di metallo, è stata estratta la cellulosa dall’impasto realizzando forme rettangolari poi trasferite su panni assorbenti;
i panni sono stati lasciati ad asciugare sugli stendibiancheria;
la settimana successiva, i fogli ormai asciutti sono stati impermeabilizzati e rinforzati grazie al trattamento con una soluzione di acqua e amido di mais, spennellata sui entrambi i lati dei fogli;
per accelerare i tempi, si è provveduto ad un’asciugatura rapita dell’amido attraverso l’utilizzo del phon;
l’ultimo trattamento è stato quello della cialandratura, ossia lisciatura del foglio attraverso una serie di attrezzi appropriati (cucchiaio, pestacarne, bocce di vetro, sassi levigati).
Sui fogli così realizzati (con molta soddisfazione!!!) sono stati eseguiti disegni e scritti messaggi sulla raccolta differenziata, sul riciclo o sulla spazzatura in generale.
 

laboratorio-carta
 

 

Con le scuole medie

Il 7 marzo Max Laudadio apre il laboratorio “Inviati per un giorno” trasformando la scuola in una grande redazione con autori, cameramen e addetti al montaggio. L’obiettivo è realizzare un servizio video-giornalistico nello stile di Striscia La Notizia sull’abbandono dei rifiuti. Sono i ragazzi a girare le immagini per il territorio del Parco delle Cinque Vette. Scoprono così in prima persona l’esistenza del problema, lo affrontano e decidono autonomamente che abbandonare i rifiuti rende l’ambiente schifoso.
La sera dell’11 aprile Striscia La Notizia manda in onda il loro servizio. Per l’occasione tutto il pubblico in studio è composto solo da “raccoglitori” iscritti a Spazzatura Kilometrica, entusiasti di applaudire i ragazzi del Parco delle Cinque Vette.